Share

Italiani all’estero, Filosa (MAIE): i partiti tradizionali litigano, noi lavoriamo


"Lo scorso sabato 26 ottobre, si è tenuto a Londra il Terzo Congresso del MAIE in Europa. Un appuntamento importante, non solo per il luogo scelto - la capitale inglese è punto di riferimento per tantissimi italiani residenti nel Regno Unito, ma anche, più in generale, per quelli che vivono nel Vecchio Continente - e per la presenza di tutti i coordinatori MAIE UE, oltre ai parlamentari del Movimento Associativo Italiani all'Estero; un appuntamento importante, dicevamo, soprattutto perché è stata l'occasione per costruire le basi delle prossime sfide che ci attendono, fra cui le elezioni europee”. Così Ricky Filosa, Coordinatore del MAIE in Centro America.

“Il MAIE - prosegue - esiste per soddisfare il bisogno di rappresentanza dei nostri connazionali nel mondo e in quest'ottica è impegnato a lavorare non solo a Roma, ma anche sul territorio, ovunque. Il Movimento rafforza la sua organizzazione in Europa, mentre avanza nel Nord e Centro America, si fortifica nell'America Meridionale, studia iniziative da portare avanti in Australia, in Israele, in Sud Africa. Il MAIE ha come principale obiettivo quello di rafforzare la propria presenza oltre confine, al fine di avere un network su cui poter contare in ogni occasione; oggi più che mai, chi ha a cuore gli interessi delle comunità italiane nel mondo, si rende conto che solo un movimento dedicato in particolare a loro, che possa fare da palcoscenico e da megafono alle loro legittime aspirazioni, è in grado di portare a casa i risultati”.

“Mentre i partiti tradizionali sono alle prese con le proprie beghe interne, il Movimento fondato e presieduto da Ricardo Merlo guarda dritto per la propria strada, compatto e convinto che il percorso sia quello giusto. Il lavoro dei tanti collaboratori e degli stessi parlamentari ha già dato i suoi frutti: è stato allargato il consenso e si intravedono nel breve termine concrete potenzialità di successo a largo raggio, all'estero e in Italia. Saranno in tanti – conclude Ricky Filosa - ad entrare nel mondo del MAIE e a volerne far parte: le simpatie e la fiducia di chi ci conosce giocano a nostro favore; chi già è della squadra, ha solo giocato d'anticipo, ha solo saputo guardare più lontano degli altri”.

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form