Elezioni Comites - Juan Carlos Paglialunga (MAIE): “ Ferma opposizione del Comites di Bahia Blanca alla riapertura per altre liste”

Share

paglialunga

Elezioni Comites - Juan Carlos Paglialunga (MAIE): “ Ferma opposizione del Comites di Bahia Blanca  alla riapertura per  altre liste”

Il presidente del Comites di Bahia e coordinatore del MAIE locale ha dichiarato: “Purtroppo a pochi giorni dalla decisione del governo di posticipare le elezioni dei Comites ad aprile, per  consentire ad un maggior numero di connazionali di iscriversi per votare, dobbiamo constatare che quanto avevamo previsto sta avverandosi. Ossia che qualcuno cominci a pensare che possano essere anche riaperti i termini per la presentazione di altre liste di candidati. Il Comites di Bahia Blanca  si oppone a questa possibilità.”

Share

Sabato 29 novembre a Istanbul il 1° Meeting di coordinamento. Parteciperanno il Senatore Zin e il Presidente del MAIE Ricardo Merlo

Share

Sabato 29 novembre a Istanbul  il 1° Meeting di coordinamento. Parteciperanno il Senatore Zin e il Presidente del MAIE Ricardo Merlo

Il Coordinatore Europa Gianluigi Ferretti ha reso nota la data del 1° Meeting di coordinamento degli italiani residenti in Turchia organizzato dal MAIE. “L’incontro, a cura del coordinatore locale Gianfranco Sacchetti - ha dichiarato  Ferretti -  si terrà il prossimo 29  novembre a Istanbul e vedrà  la partecipazione del Presidente del MAIE, on. Ricardo Merlo,  e del sen. Claudio Zin (Galata Plaza, Kore Sheitleri Kaddesi n. 9). “Sarà un vera e propria assemblea a cui prenderanno parte imprenditori, studenti, operatori economici e rappresentanti delle associazioni di italiani residenti in questo Paese che, negli ultimi anni, ha conosciuto una forte emigrazione italiana.” Il presidente Ricardo Merlo, che concluderà i lavori del 1° Meeting del MAIE di Istanbul,  ha detto di attendersi da questo appuntamento di incontrare  “i  connazionali residenti in Turchia per ascoltare le loro richieste e  gettare  le basi per un lavoro coordinato  per la crescita e il consolidamento del Movimento associativo anche in questo paese. Continua e si rafforza il nostro impegno con gli italiani che risiedono  all’estero, con un instancabile lavoro sul campo dei nostri coordinatori e con gli incontri tra la gente.”

Share

On. Mario Borghese (MAIE) su rinvio elezioni Comites e Italiani all’estero “Ennesima buffonata targata Renzi. Secondo il Governo la legge è uguale per tutti, solo se gli conviene”

Share

On. Mario Borghese (MAIE) su rinvio elezioni Comites e Italiani all’estero “Ennesima buffonata targata Renzi. Secondo il Governo la legge è uguale per tutti, solo se gli conviene”

Prima ci sono state le chiusure dei Consolati, Ambasciate e Istituti di Cultura all’ Estero, poi ci saranno i tagli che stanno arrivando con la nuova legge  finanziaria,  adesso tocca all’ennesimo rinvio del diritto dei cittadini italiani residenti all’estero a eleggere i propri organi di rappresentanza.

Lo stesso Governo che, qualche mese fa, ha improvvisato un sistema di pre-iscrizione al voto  per poter onorare la sua parola di tenere le elezioni entro il 2014, oggi si contraddice e, con il processo elettorale in corso, con i Comitati Elettorali già istituiti, con le  liste di candidati già ammesse, a poco più di un mese dalla data fissata per le elezioni e a solo 9 giorni dalla scadenza del termine di iscrizione alle liste elettorale: Fermi tutti, si rinvia!  

In qualsiasi lingua del mondo una misura così verrebbe chiamata “buffonata”. In tutto il mondo, tranne in Italia, dove invece questa decisione è stata applaudita da esponenti della maggioranza di Governo e da alcuni esponenti dell’ opposizione come: “un gesto di attenzione verso gli italiani all’estero”, “una decisione molto opportuna” e, persino, “una vittoria”. Trucchi dialettici che non riescono a mascherare ciò che davvero è: una pagliacciata!

L’estemporanea decisione del Governo – che tra l’altro ha messo in difficoltà non pochi Consoli  che avevano già firmato i contratti con le tipografie che stampano le schede e  con le imprese postali per la spedizione dei plichi -  viene giustificata come una scelta necessaria a garantire una maggior partecipazione degli aventi diritto al voto; cittadini italiani ai quali, qualche mese fa,  lo stesso Governo aveva imposto l’obbligo di manifestare l’intenzione di votare tramite il sistema denominato “inversione dell’opzione”.

Una misura decisa da una maggioranza di Governo  incapace di trovare le risorse necessarie per garantire il voto a tutti gli aventi diritto.

Share

Leggi tutto...

Ovunque c’è un italiano all’estero c’è il MAIE

Share

logo MAIE per fotoIncontri, riunioni, convegni. Il MAIE è un rullo compressore, un cavallo instancabile che lavora sul territorio, vicino alle comunità, giorno dopo giorno, e non solo sotto elezioni, come sono soliti fare in molti. Al Movimento di Merlo poco importa se ci siano elezioni in ballo e poco importa se in certe zone del mondo la comunità italiana non è così numerosa come in altre. Il MAIE si muove, si organizza, e coinvolge

L'EDITORIALE di Ricky Filosa - ItaliaChiamaItalia

 

Berlino e Colonia, Germania, e il 29 novembre Istanbul, Turchia. Dall’altra parte del mondo, incontri con i connazionali a Buenos Aires e Rosario, in Argentina, ma anche in altri Paesi del Sud America. Il MAIE è un rullo compressore, un cavallo instancabile che lavora sul territorio, vicino alle comunità, giorno dopo giorno, e non solo sotto elezioni, come sono soliti fare in molti. Già, perché son bravi tutti ad andare a stringere mani, ad organizzare riunioni e incontri durante i periodi elettorali: non così il Movimento Associativo Italiani all’Estero, che si impegna e si muove anche quando non ha nulla da chiedere in cambio agli italiani nel mondo. Se non un po’ del loro tempo, perché possano conoscere il MAIE e i suoi protagonisti, il Movimento e la sua visione culturale e politica. E’ vero, è periodo di elezioni Comites: ma il MAIE, nei vari continenti, è attivo e presente da tempo, non certo nelle ultime settimane soltanto.

Share

Leggi tutto...

L'on.Mario Borghese (MAIE) in visita in Piemonte "Anche a Torino un ufficio del MAIE"

Share

 

mario torinoL’on. Mario Borghese, nella sua missione volta a far conoscere ed allargare la presenza del MAIE anche sul territorio nazionale, ha incontrato sabato scorso a Torino il coordinatore Francesco Bongiovanni, insieme al Sindaco di Collegno, Francesco Casciano, accompagnato dal deputato democratico, Umberto D'Ottavio.

“L’incontro è servito innanzitutto a mettere le basi per iniziare l’attività politica MAIE in Piemonte, dove a breve verrà aperto un nostro ufficio – ha dichiarato il parlamentare italo sudamericano – E,  in considerazione del fatto che nel 2015 aprirà l’Expo di Milano, con il coordinatore Bongiovanni abbiamo pensato di organizzare un Convegno e un seminario, da tenersi a Torino nei primi mesi del prossimo anno, sul tema “Sviluppo e investimenti tra il Piemonte e i Paesi Latino Americani."

"Infatti - ha aggiunto Mario Borghese -  In Sudamerica sono tantissime le realtà produttive di successo nate nel segno dell’italianità: il MAIE sta lavorando affinchè quanto costruito dalla nostra emigrazione all’estero diventi un ‘opportunità per il rilancio della nostra cara Italia.”

 

Share

CERCA NEL SITO

TRADUCI QUESTA PAGINA

 
Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x

Login Form